sabato 12 marzo 2011

Tag: Achille Piè Veloce, ovvero dieci cose stupide che ci fanno stare male

Immagine dal web

Partecipo a questo tag, creato da Arshes di “ArshesOnTheOtherside” e da me trovato sul blog di Cipria, “Cipria e cose del genere”. Il tag si ispira all’omonimo libro di Stefano Benni e consiste nell’elencare dieci sciocchezze che ci fanno stare male.

1. Detesto quando arrivo davanti alla porta scorrevole e questa non si apre. Faccio un passo indietro, mi sposto di lato, agito le braccia ma nulla. Un attimo dopo arriva un’altra persona e la porta funziona perfettamente. E io faccio la figura da cretina.

Credits

2. Fare una battuta acida su un film/cantante/attore/politico e ricordarmi subito dopo che il mio interlocutore ne era un fan accanito.

3. Sentirmi chiamata per cognome scatena in me pulsioni omicide.

4. Spesso mi capita di immergermi nei miei pensieri e di rimanere imbambolata fissando il vuoto. Come se ciò non fosse abbastanza imbarazzante, sfortuna vuole che tra i miei occhi e l’infinito si frapponga qualcuno o meglio ancora le sue parti anatomiche meno nobili. E io mi “risveglio” realizzando di aver fissato per un quarto d’ora un sedere o delle poppe! Bleah!!!

Credits

5. Con le persone che non conosco parlo a voce molto bassa per timidezza. Naturalmente loro non capiscono una parola, io mi imbarazzo ancora di più e la mia voce diventa sempre più bassa e confusa… Una tragedia!!!

6. Arrivare a casa dopo aver fatto spesa e rendermi conto di avere dimenticato di comprare la cosa per cui ero uscita.

7. Avete presente quando non ricordate di aver appena chiuso l’auto e dovete tornare indietro per controllare? Ovviamente a me capita quando ho parcheggiato davanti alla vetrata dell’aula/ufficio/negozio in cui devo entrare e qualcuno nota il mio viavai sconclusionato.

Credits

8. Accorgermi a metà mattinata che la maglietta e i jeans presi a caso dall’armadio alle sei del mattino sono il peggiore abbinamento che potessi fare.

9. Durante una gita scolastica di anni fa i miei capelli lisciati ritornarono al crespo naturale appena misi piede fuori dal bus. Da allora se devo stare a lungo fuori casa (più di cinque ore) e c’è umido mi porto la piastra.

10. La carta igienica che finisce sul più bello. Devo aggiungere altro?

Credits

    Spero vi abbia fatto piacere leggere e che vogliate continuare questo tag… Naturalmente siete tutte taggate! Buon fine settimana!

    2 commenti:

    1. Oddio,quanto ti capisco per la cosa dell'essere chiamata per cognome!Anche io lo detesto decisamente! :)
      Ti ringrazio per aver partecipato e per esserti iscritta!Naturalmente ti seguo anche io! ^^

      RispondiElimina
    2. Di nulla, è bello condividere qualcosa di sè stessi attraverso un blog e questo tag è stato un bel modo di farlo!

      RispondiElimina

    I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...