sabato 25 giugno 2011

Recensione: ghd Thermal Protector for Normal-Fine Hair (termo-protettore)

È risaputo: la piastra, croce e delizia di chi vorrebbe capelli lisci ma non è stata accontentata da Madre Natura, rovina i capelli! Basterà uno spray a proteggerli dal calore infernale?

Prezzo:16,00 euro, da 7 a 10 £ circa Quantità: 150 ml
Rivenditori: Saloni concessionari ghd, sito ufficiale, Asos, Feelunique, LookFantastic PAO: 24 mesi
Provenienza: Made in UK Indicato per: Capelli normali e sottili

Dal sito ghd: Questa impalpabile protezione utilizza una nuova tecnologia ed è stata studiata specificamente per i capelli normali e sottili. La sua formula devia e assorbe il calore proteggendo la struttura del capello. Contiene protezione dai raggi UVA.
La confezione in plastica dorata dotata di erogatore spray è leggera e maneggevole. L’etichetta frontale di colore giallo e porpora permette di distinguere questo termo-protettore dedicato ai capelli fini e normali dagli altri per diverse tipologie di capello. Il prodotto ha inizialmente un odore fortemente alcolico, dopo pochi secondi invece rimane un profumo delicato ed unisex, tipico dei prodotti per lo styling professionali.

Può essere usato in diversi modi: sui capelli bagnati prima di utilizzare il phon o sui capelli asciutti prima di piastra/ferro arricciacapelli. Su capelli molto lunghi ne usavo circa dieci erogazioni, mentre da quando li ho accorciati poco sotto le spalle ne bastano sei. È bene tenere gli occhi chiusi e porre lo spray ad una certa distanza, questo eviterà anche che il prodotto si concentri in un’unica zona attaccando debolmente i capelli fra loro dopo l’asciugatura. Se questo dovesse succedere basta un colpo di spazzola per rimediare.


“A freddo” non è colloso né untuoso, sia su capelli asciutti che bagnati, col calore di piastra e phon sulle mani (ma non sui capelli) si percepisce una sensazione di appiccicaticcio. Non ho notato nessuna differenza nell’asciugatura con il phon, a parte l’odore del prodotto sui capelli. Utilizzando il termo-protettore ghd sui capelli asciutti prima della piastra, questi sembrano tenere meglio la piega e discretamente più lucenti. I tempi di messa in piega sono rimasti gli stessi, ma ho trovato alcuni residui scuri sulle placche della piastra facilmente rimovibili con un panno asciutto. Spruzzando il prodotto sulle radici ho constatato che il cuoio capelluto si appesantisce e le radici si ungono dopo 24 ore.

Sull’efficacia dei termo-protettori ci sono tante discussioni: ci sono prove che alcune molecole possono proteggere dal calore ma, d’altra parte, c’è tanto scetticismo su come un sottilissimo strato di prodotto possa proteggere il capello da una fonte di calore (anche 230°) posta a stretto contatto. Io sono tra gli scettici: uso la piastra per trasformare i miei capelli da crespi a liscissimi quasi quotidianamente da più di cinque anni e questo è il primo termo-protettore che ho provato. Certamente il calore rovina i capelli, anche quelli più resistenti, ma a mio parere questo spray non aiuta a limitare i danni. Come ho già scritto nella mia recensione della piastra ghd, se usate spesso questo strumento per modificare la consistenza dei capelli vi conviene investire in una buona piastra che sicuramente non sarà un toccasana ma liscerà più rapidamente le ciocche diminuendo la quantità di calore (e danno) ricevuto.


INCI: Aqua, Alcohol Denat. (SD Alcohol 40-B), Sodium Laneth-40 Maleate/Styrene Sulfonate Copolymer, Propylene Glycol, Polysorbate-20, PEG-12 Dimethicone, Meadowfoam Glyceryl Quaternium, Butylene Glycol, Helianthus (Sunflower) Seed Extract, Panthenol, Cocodimonium Hydroxypropyl Hydrolysed Wheat Protein, Parfum, Diazolidinyl Urea, Methyl Paraben, Propyl Paraben, Potassium Sorbate, Phenoxyethanol, Benzophenone-4, Aminomethyl Propanol, Citric Acid, Sodium Hydroxide, Geraniol, Hydroxycitronellal, Butylphenyl Methyl Propional, Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Alpha-Iso-Methyl Ionone.

8 commenti:

  1. Io ho usato solo 2 termoprotettori: quello Osis (il marchio è una testina nera) e quello Paul Mitchell. Sono scettica anche io, non ho riscontrato particolari benefici..
    Baci
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Ho usato due tipi di termoprotettore: quello Osis (appiccicosissimo) e quello Paul Mitchell. Nessuno dei due mi ha convinta, non ho avuto particolari benefici.. vabbè che ho i capelli grossi e abbastanza domabili (anche se mossi).
    Baci
    Alessandra

    RispondiElimina
  3. @Alessandra: Anche io ho i capelli grossi, credo che sia il motivo della loro resistenza a tutte le torture cui li sottopongo! :D
    I prodotti per capelli appiccicosi o untuosi li detesto, è il motivo per cui non faccio più uso di spume, lacche ecc.

    RispondiElimina
  4. Idem, nel tempo ho provato anch'io qualche prodotto di questo tipo, sai com'è, mi dicevo, non si sa mai che funzionino
    Però devo ammettere che non ho riscontrato vere e visibili differenze
    Il punto è che appartengo alla categoria degli scettici. Una spruzzata male non farà, ma se si usa la piastra ogni due giorni è probabile che non sarà uno spray a salvarmi la chioma
    Sono anh'io dell'ideao che questo sia uno di quei casi dove potrebbe essere più utile fare un "investimento" e comprare una piastra discreta, piuttosto che continuare a spendere 7, 10, 9, 11 € ogni due per tre e avere per le mani prodotti non dannosi, ma che tutto sommato non sono troppo efficaci
    Bel post! :)

    RispondiElimina
  5. ho provato anche io a comprare questi prodotti quando ho comprato la piastra ma non mi hanno mai impressionato particolarmente.

    RispondiElimina
  6. @Cipria e Manuki: La pensiamo allo stesso modo. Alla fine ognuno è il miglior "dottore" per i suoi capelli, a prescindere da pubblicità e raccomandazioni varie.

    RispondiElimina
  7. si, anch'io ho dubbi sul termo protettore però... perchè no?
    è solo un gesto in più nella beauty routine che al limite non fa niente, nel caso ha aiutato!!!
    comunque sono d'accordissimo con te sul fatto di investire su una buona piastra se la si usa spesso
    :)
    buona giornata
    emme

    RispondiElimina
  8. @emme: Ovviamente quello che ho scritto è solo il mio parere, sta ad ognuno "ascoltare" innanzitutto il proprio corpo/pelle/capelli e decidere di conseguenza.
    È vero che è solo un gesto in più, anche molto veloce del resto, ma sono comunque soldi spesi... Sono avara certe volte!

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...