martedì 11 ottobre 2011

Recensione: Nubar smalto Peacock Feathers


Nubar Peacock Feathers. È ricco di riflessi difficilissimi da fotografare, la foto sul sito ufficiale è più fedele.
Sottotitolo: storia di amore, odio e finale riappacificazione grazie ad un inatteso “terapeuta di coppia”.

Prezzo: Da 5.20 a 8.00 £ Quantità: 15 ml
Rivenditori: FeelUnique.com, BeautyBay.com, Nubar-nailz, BeautyShed PAO: Non indicato
Provenienza: Made in USA Colori disponibili: 21 (Duochrome)

Dal sito Nubar: DuoChrome Nail Lacquer, Formaldehyde free Toluene Free, Phthalate (DBP) FREE (Smalto duochrome, senza formaldeide, toluene e dibutilftalato).
Lo smalto è contenuto in una elegante boccetta a base larga. Peacock Feathers (piume di pavone) è un duochrome, cioè il suo colore sembra variare a seconda di come la luce lo colpisce. La base è verde-blu scuro ma innumerevoli microscopici brillantini magenta lo fanno apparire viola scuro. I riflessi vanno dal viola al verde smeraldo, passando per il verde oliva e tonalità intermedie difficilmente descrivibili. Lo smalto è abbastanza lucido, non fa spessore sulle unghie e asciuga in fretta. Questo era l’amore.

Nubar Peacock Feathers, singola passata. Scusate le scandalose sbavature, lo smalto è molto liquido e la precisione non è il mio forte! :(

Ciò che me lo fa odiare è la stesura. Lo smalto è molto liquido e tende a “vagare” per l’unghia e ad infilarsi sotto le cuticole. Il pennellino allungato, rigido e stretto non facilita la stesura, anzi trattiene molto prodotto. Sommate i due fattori e otterrete uno smalto che si applica in maniera disomogenea anche dopo più passate, dato che il prodotto “scioglie” gli strati sottostanti e basta sfiorare l’unghia col pennello per ritrovarsi con parti perfettamente colorate e altre quasi trasparenti.

Nubar Peacock Feathers, due passate.

Le prime due passate non bastano: ci sono troppe striature e zone semi-trasparenti e il colore è diverso da quello della boccetta, prevalendo il blu della base. Alla terza passata finalmente il colore è intenso e ricco di riflessi ma sono ancora visibili troppe zone più chiare per i miei gusti. Un vero peccato, perché aggiungendo un’ulteriore pennellata il colore si scurisce parecchio e non si intravedono più le tonalità ottanio (o petrolio?!) della base. Rimane comunque evidente la natura cangiante di questo smalto. Dura una settimana, si rimuove in un baleno e senza lasciare le unghie macchiate.

Nubar Peacock Feathers, quattro passate.

Nubar Peacock Feathers, quattro passate.

Dopo aver letto il post di Cristina/Pee Before Polish sull’Aqua Base Nfu-Oh, dove consigliava l’uso di questa base anche per smalti eccessivamente liquidi, ho deciso di provarla con Peacock Feathers. Applicato sull’Aqua Base si stende con meno patemi, anche se è pur sempre uno smalto quasi acquoso. Finalmente bastano due passate per una buona copertura e, a differenza di quanto accade dopo quattro, il colore non è esageratamente scuro e si notano i riflessi blu. La base inoltre lo rende lucidissimo, tanto da non dover utilizzare il top coat. Purtroppo ho l’impressione che l’Aqua Base abbia influito negativamente sulla durata: ho dovuto togliere lo smalto dopo quattro giorni perché si era consumato tantissimo sulle punte, pur non avendo fatto nulla di diverso dalla solita routine. Ma si può sempre aggiungere un top coat! Occhiolino

Nubar Peacock Feathers, due passate su Nfu-Oh Aqua Base. Tutta un'altra musica!

Nubar Peacock Feathers su Nfu-Oh Aqua Base
Nubar Peacock Feathers, due passate su Nfu-Oh Aqua Base.

Se non lo avessi provato con l’Aqua Base sarei rimasta molto delusa da Peacock Feathers. È una tonalità molto bella e particolare, ma applicato da solo richiede troppe passate e per di più il colore che ne risulta perde in profondità e riflessi. Vista la mia esperienza non posso che consigliarvi l’utilizzo di una base “gommosa”, che renderà l’applicazione un piacere. Va comunque detto che altre bloggers più navigate di me lodano la formula di questi smalti. ...boh! In ogni caso, se volete far vostro questo smalto affrettatevi: è stato recentemente messo fuori catalogo.

INCI (dal sito Nubar): Ethyl Acetate, Butyl Acetate, Nitrocellulose, Adipic Acid/Neopentyl Glycol/Trimellitic Anhydride Copolymer, Isopropyl Alcohol, Triphenyl Phosphate, Trimethal Pentanyl Diisobutyrate, Butyl Alcohol, Stearalkonium Hectorite, Citric Acid, Benzophenone-1, Dimethicone, May Contain: Mica, Titanium Dioxide, Black Iron Oxide, Red Iron Oxide, FD&C Yellow #5, Ferric Ammonium Ferrocyde Anide, Bismouth Oxychloride, D&C Red #7, D&C Red #6, D&C Red #34.

12 commenti:

  1. non piacciono neanche a me gli smalti acquosi...forse non siamo "abbastanza navigate" e non comprendiamo! è un peccato che si debba utilizzare obbligatoriamente un base coat per avere un buon risultato...a mio avviso uno smalto deve essere facile da stendere a prescindere dalla base.

    RispondiElimina
  2. i nubar ancora non li ho provati...il colore in boccetta è stupendo, peccato servano TRE passate! baci!

    RispondiElimina
  3. Grazie per la recensione. Se ci vuole un'apposita base, credo proprio che non lo prenderò. Peccato la stesura dia così tanti problemi, il colore è davvero bello.

    RispondiElimina
  4. Ok. Sonosoloinvidiosa. Lo cerco da una vita ma è un VHTF. E' davvero stupendo, peccato per i problemi di performance.

    RispondiElimina
  5. cavoli che differenza che c'è con la base sotto..

    RispondiElimina
  6. Peccato per il colore affascinante, ma quattro passate sono davvero troppe, non avrei mai abbastanza pazienza...! XD

    RispondiElimina
  7. @Alessandra: È quello che penso anch'io. Tra l'altro, non è mia abitudine utilizzare una base prima dello smalto e, se non ne avessi avuta già una per altri motivi, non la avrei sicuramente comprata apposta.

    @Aru: Già! :(

    @Gio: Purtroppo la base è necessaria, ma, per quanto sia particolare, credo comunque che esistano colori simili dalla formula migliore.

    @Cristina: Ma dai! Io l'ho comprato a inizio anno e si trovava facilmente. Ho come l'impressione che presto sarà "Back by popular demand".

    @Patri: La più grande differenza non si vede dalle foto: sono io felice di poter utilizzare questo smalto.

    @RamblinRose: E dal vivo è ancora meglio!

    @Goddessinspired: Quattro passate traumatiche per giunta! :(

    RispondiElimina
  8. ahah ho troppo riso all'inizio del post!

    RispondiElimina
  9. @Alice: Paragonare uno smalto ad una relazione è decisamente ridicolo, lo ammetto!

    RispondiElimina
  10. Il sottotitolo era molto Wertmulleriano! Sfortunatamente non ho basi gommose a disposizione, però mi tenta moltissimo l'acquisto di un Nubar, tanto per provare questa marca di cui si dicono (solitamente) meraviglie!!

    RispondiElimina
  11. Io questo ce l'ho!
    Mai provato ancora, e non ho basi adatte allo scopo, ma mi sa che me ne farò una ragione, è bellissimo *_*

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...