martedì 28 agosto 2012

Ponderando: Omuncoli, non uomini

Autore: vxdigital @ sxc.hu

Scrivo questo post ispirata da un articolo apparso su MarieClaire, dal titolo “Profili inquietanti”, che tratta di misoginia on line.

Tante persone hanno cliccato “Mi piace” su una pagina Facebook dal nome “No alla violenza sulle donne”, probabilmente fidandosi del nome e dell’alto numero di fan, più di 460mila. Peccato che quello che potrebbe sembrare uno spazio dedicato alla sensibilizzazione nei confronti di questa piaga sociale sia in realtà una pagina gestita da omuncoli con tutt’altri intenti.

Giudicate voi: la foto di una donna procace e di un cavallo in un album intitolato “l’amore delle donne per i cavalli è naturale”. La minuscola ad inizio frase non è mia.


La presunta cura (?) della “femminista pelosa e arrabbiata”, trasformata in “ragazza vera”; quest’ultima rappresentata da una modella in bikini che afferma di non essere “mai stata così felice”.


Per finire in bellezza: i contenuti. Notizie e statistiche false, create ad hoc e diffuse attraverso blog e siti –fantoccio, spesso anche questi dotati di nomi e indirizzi che scimmiottano testate e website femministi o, più generalmente, destinati alle donne.* Quando i fatti riportati sono reali, la distorsione è realizzata nel commento degli amministratori della pagina. Notare la profonda e sensata riflessione a corredo di una notizia che riporta il calo dei crimini in Italia e il contemporaneo aumento della violenza sulle donne, omicidi inclusi.

Non perdetevi i commenti!

Ed ecco una vera perla di stupidità e fanatismo, nonché dimostrazione di mancanza di nozioni che dovrebbero essere note dalla quinta elementare. A rendere il tutto più assurdo è la presenza, nella stessa pagina, di una citazione attribuita a Mussolini. Niente collegamenti, vi lascio il piacere della caccia.


Insomma, utilizzano la violenza sulle donne come pretesto per diffondere maschilismo e ignoranza, che offendono l’essere umano a prescindere dal genere di appartenenza. Certo, dopo aver visto questi esempi, qualcuno potrebbe chiedersi come contenuti al limite del ridicolo possano essere presi sul serio da chiunque abbia un briciolo di cervello. Chi gestisce una pagina Facebook ha ben presente il fatto che ogni suo post verrà visualizzato solo da alcuni iscritti e che il singolo iscritto, molto probabilmente, non visualizzerà la totalità degli aggiornamenti della pagina. Per esempio, una persona iscritta in buona fede alla pagina di cui sopra potrebbe non incappare nell’Hitler femminista ma in un collegamento ad una notizia inventata. Facciamoci un esame di coscienza: quanti di noi controllano le fonti delle notizie linkate sui social? Quanti, invece, si fermano al titolo senza leggerle affatto? È facile a questo punto capire che il rischio di cascare nell’inghippo esiste.

Informate i vostri amici iscritti alla pagina. Segnalare? Sì, ma con la consapevolezza che Facebook, tramite l’ufficio stampa italiano, ha fatto sapere che il gruppo non viola nessuna regola (fonte).

*Riporto e linko i siti ORIGINALI, niente spinte al pagerank delle copie. Non è questione di ideologia: un blogger, anche di argomenti frivoli come i cosmetici, conosce il fastidio derivante da clonazioni e copiature varie. La lista potrebbe essere incompleta (molto probabilmente lo è, si accettano segnalazioni).

No alla violenza sulle donne
Comunicazione di genere
Bollettino di guerra
Iodonna
Femminismo a sud
No alla violenza sulle donne bis (pagina Facebook)
Femminicidio
Movimento per l’infanzia

mercoledì 22 agosto 2012

Recensione: Shaka smalto Hologram Nude #01

Shaka smalto Hologram Nude
Fino all’anno scorso, per indossare un vero smalto olografico era necessario ordinare da siti esteri e spendere circa dieci euro a boccetta. Adesso, per fortuna, molte case cosmetiche disponibili in Italia hanno introdotto i loro olografici, e Shaka ha optato per un prezzo davvero concorrenziale. Sarà all’altezza dei concorrenti più ricercati?

martedì 14 agosto 2012

Recensione: Urban Decay ombretti vintage Midnight Cowboy, Stray Dog, Flipside, Oil Slick



Ecco cosa succede a rimandare le recensioni: i prodotti vengono rinnovati. Per fortuna, questo spesso significa sconti! Varrà la pena di mettersi alla ricerca di questi ombretti?

lunedì 6 agosto 2012

Impressioni: Diorshow New Look mascara #090 New Look Black

Diorshow New Look mascara #090 campione gratuito
L’ultimo nato in casa Dior, oltre a promettere uno sguardo ammaliante, contiene anche un siero dalle virtù infoltenti. La solita vecchia storia, o stavolta lo sguardo sarà nuovo per davvero?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...