venerdì 5 aprile 2013

Recensione: Shaka smalto Hologram Violet #03

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03
Mi ero rassegnata all’idea di non recensire questo smalto, dal momento che la presumibilmente limitata Holographic Collection è uscita già da diversi mesi ma, una settimana fa, ho notato nel “mio” trafficato Oviesse alcune boccette di smalti olografici (del verdino ce ne erano almeno tre!), tra le quali un Hologram Sky che sono stata felicissima di adottare. Rifornimento o semplice disinteresse da parte dei consumatori? In ogni caso, uno smalto holo è sempre un bello spettacolo, no? Occhiolino

Prezzo: 1,99 euro Quantità: 5 ml
Rivenditori: alcune OVS e Upim PAO: 24 mesi
Provenienza: Made in Italy Colori disponibili: 6 (collezione Holographic)


Dal sito Shaka: Colori cangianti e multisfaccettati in 6 tonalità. Effetto 3d. Per un effetto iridescente si consigliano 2/3 applicazioni.
La piccola boccetta cilindrica è comoda e gradevole a vedersi, l’impugnatura del pennellino è un po’ corta per i miei gusti ma non crea difficoltà durante l’applicazione. Hologram Violet nella boccetta appare come un lilla chiaro con innumerevoli particelle grigie; a seconda della luce possono comparire tenui riflessi arcobaleno. Mi pare che questi ultimi siano più marcati dopo l’apertura della boccetta, ma è solo un’ipotesi personale. Ad ogni modo, trovo che non sia il genere di smalto che cattura l’attenzione quando si trova nell’espositore, a maggior ragione in quelli variopinti della Shaka.

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03 swatch
Shaka Hologram Violet, due passate su Aqua Base Nfu-Oh. Foto scattata in interno, luce naturale indiretta.

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03 swatch
Shaka Hologram Violet, due passate su Aqua Base Nfu-Oh. Foto scattata in interno, ombra.

A differenza dell’Hologram Nude, non ho utilizzato questo smalto senza una base, tranne una prova velocissima su una mano. Per quel che può valere, mi è sembrato leggermente più coprente del Nude (tre passate contro quattro) sebbene condivida la stessa formula non liquida, ad asciugatura istantanea e dal finish non lucido (inizialmente addirittura mat). Anche le precauzioni da adottare sono le stesse, specialmente se decidete di non usare una base: levigate la superficie delle unghie, intingete bene il pennellino nel prodotto ed effettuate passate rapide e leggere, senza insistere sulla stessa area ma rimediando con un’ulteriore mano di smalto, una volta che quello già steso sarà asciutto. Il pennellino largo e la formula aiutano, ma non è uno smalto semplicissimo da applicare.

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03 swatch
Shaka Hologram Violet, due passate su Aqua Base Nfu-Oh. Foto scattata al sole.

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03 swatch
Shaka Hologram Violet, due passate su Aqua Base Nfu-Oh. Luce artificiale.

Con la speciale base per olografici Nfu-Oh Aqua Base, alcune unghie erano prive di disomogeneità già alla prima passata, una seconda stesura corregge i vuoti rimanenti e dona un effetto meno “sparso” alla fiammata olografica. Sulle unghie, Hologram Violet appare di una tonalità più vivace di lilla rispetto alla confezione e anche in assenza dei riflessi olografici non è bruttissimo. Rimane però uno smalto che necessita di luce, solare o artificiale che sia, per sprigionare tutta la sua bellezza. Vi lascio alle foto e ai video per farvi un’idea.

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03 Mavala ColorFix swatch
Shaka Hologram Violet, due passate su Aqua Base Nfu-Oh. Solo su indice e anulare (contrassegnati da CF) ho aggiunto il Mavala ColorFix. Foto scattata in interno, luce solare indiretta. Notare come il top coat spegne lo smalto olografico.

Shaka smalto olografico Hologram Violet #03 Mavala ColorFix swatch
Shaka Hologram Violet, due passate su Aqua Base Nfu-Oh. Solo su indice e anulare (contrassegnati da CF) ho aggiunto il Mavala ColorFix. Luce solare diretta. I riflessi appaiono decisamente smorzati nelle unghie con il top coat.

La durata, ahimè, è effimera anche per questa tonalità: con la sola Aqua Base le punte hanno cominciato ad usurarsi dopo 48 ore e al quarto giorno la manicure era da rifare a causa di punte consunte, aree “ingrigite” (sembra che gli holo siano sensibili allo sfregamento) e zone prive di smalto. Con il topcoat Mavala ColorFix (applicato solo su una mano! A bocca aperta ) la maggior parte delle unghie era perfetta al quinto giorno, solo il debole indice aveva una sbeccatura.
Purtroppo, il topcoat (perlomeno questo) non è amico degli olografici: smorza infatti i loro riflessi e, per ottenere un risultato identico su entrambe le mani ho dovuto effettuare due ulteriori passate di smalto sopra il ColorFix. Contando che la boccetta è piccola e questi smalti non sono facili da trovare, è dura decidere se sacrificare la durata, i riflessi (Pollice in giù) o una maggiore quantità di prodotto.

Per finire, due video: il primo mostra Hologram Violet più Aqua Base alla luce artificiale, solare e naturale indiretta. Il secondo mostra l'effetto dell'aggiunta di top coat ColorFix (su indice e anulare, come nelle foto).





INCI: Butyl Acetate, Ethyl Acetate, Nitrocellulose, Isopropyl Alcohol, Adipic Acid/Neopentyl Glycol/Trimellitic Anhydride Copolymer, Silica, Polyurethane-10, [+/-]: CI 19140, CI 77000, CI 15880, CI 15850, CI 77510.

34 commenti:

  1. non penso che le collezioni di shaka siano limited edition.. io questi li vedo sempre, mentre cerco altri smalti da mesi e non li trovo mai :(

    comunque questi olografici di shaka sono spettacolari, io ho il rosa e il celeste e li adoro!! il problema dell'applicazione e della durata purtroppo c'è sempre... io per l'applicazione mi salvo un po' con il metodo sandwich!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io credo che questa sia permanente, ma leggo che molte altre ragazze non riescono a trovarli... Mah!

      Uh, il rosa mi manca! Io vado di Aqua Base, non durano certo una settimana, ma applicarli diventa un gioco da ragazzi. Faccio le prove più per amore di completezza, ma credo (e prima o poi dovrò metterlo nero su bianco nella recensione di questa base) che chiunque utilizzi spesso gli olografici debba procurarsela.

      Elimina
  2. Che bello! Vabbè, la durata è un problema di tutti gli olografici da quel che so... però sono così carini che ne vale comunque la pena! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho provato tutte le formule disponibili, ma Shaka, Nfu-Oh e i Kiko della collezione autunnale (che non ho fatto in tempo a recensire, mannaggia!) mi hanno dato tutti problemi con durata e stesura. Concordo con la tua ultima frase!

      Elimina
  3. che figata!!! io l'ho cercato disperatamente ma non l'ho mai trovato ç____ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, che peccato! Se vuoi, posso controllare qui a Cagliari, salvo colpi di scena almeno il verde chiaro dovrei trovarlo.

      Elimina
  4. E' un effetto che mi piace molto sulle unghie e di questo mi piace anche il colore di base.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la penso così, molti degli altri colori di per sé sono smortini.

      Elimina
  5. Gli holo di Shaka sono difficili da gestire ma hanno un effetto assolutamente spettacolare, e francamente spero davvero che si decidano a tirare fuori altri colori!

    RispondiElimina
  6. Bello l'effetto :) Peccato che io non sia ancora riuscita a trovare niente di Shaka -____-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non la vendono in tutti gli OVS... A me scoccia un po' perché quello che ho vicino qui a Cagliari è frequentatissimo, invece quello che c'è al paese di mio padre è sempre deserto ma sprovvisto di reparto makeup! :(

      Elimina
  7. Bello! Non conoscevo questa marca. Ho imparato anche che per questo tipo di smalto non basta 1 o 2 passate che io mi limito solitamente a fare. Infatti a me dura nemmeno 3 gg.
    E' stato illuminante sapere che è una prerogativa degli smalti olografici durare meno e consumarsi facilmente sulla punta delle unghie. E che il top coat spegne l'effetto luce.
    L'ho notato con quello di Pupa che uso io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È la marca degli Oviesse... Solo che non tutti i negozi della catena la trattano, purtroppo.

      Hai ragione, da soli sono smalti che richiedono molte passate, anche perché tendono a spostare lo smalto già steso e a lasciare buchi davvero antiestetici. Per chi li usa molto, io consiglio di investire in una base adatta. Stenderli diventa una passeggiata e, su di me, durano anche qualche giorno (da soli si rovinano nel giro di mezza giornata).

      Anche i Pupa fanno questi scherzi? Ohibò!

      Elimina
  8. Ma perché questi smalti holo mi piacciono sulle vostre mani, mentre sulle mie mi fanno orrore? Questo colore è proprio carino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come mai? Problemi ad applicarli o questione di gusti?

      Elimina
  9. Risposte
    1. Già, Shaka con questi ha davvero fatto centro!

      Elimina
    2. C'è un tag per te sul mio blog http://makemeupblog.altervista.org/blog/2013/04/tag-i-piu-spesso.html

      Elimina
  10. hello!
    ma solo a me gli olografici non dicono niente?...T_T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Assolutamente no, sei in buona compagnia: anche Chiara/Golden Vi0let non li apprezza, e mia sorella, dopo aver utilizzato uno dei miei, mi ha espressamente chiesto di nasconderli in una parte recondita del cassetto. ;)

      Elimina
  11. Pare che gli holo siano stati distribuiti con il contagocce agli inizi, anche da me sono apparsi tardi! Ho sospirato sulle foto...E ancora di più leggendo la recensione, mi ero dimenticata di come fossero "rognosetti" in fase di stesura. Ma sicuramente dato l'effetto vale la pena magari di fare uno sforzo in più, soprattutto ora che con l'arrivo della bella stagione abbiamo il sole dalla nostra parte!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui sono riuscita a trovarli presto, è anche per questo che mi stupivo di trovarne ancora. Meglio così, potrò acquistare anche il rosa!

      Esatto, W il sole che permette di apprezzare gli holo... Certo se ci fosse anche caldo sarebbe meglio!

      Elimina
  12. La collezione in sè non è limitata, ma la distribuzione Shaka purtroppo è penosa. Io ad esempio questo non l'ho mai visto in nessun espositore e me l'ha dovuto comprare e spedire un'amica! In compenso trovo sempre il verde!
    Sull'effetto che dire? Magnifico! E per il suo prezzo poi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il verde lo noto sempre pure io! Già, a quel prezzo sono praticamente regalati (e l'ultimo l'ho pure preso con lo sconto del 20%).

      Elimina
  13. Colore stupendo!
    In effetti col top coat perde un po'... bisogna decidere cosa si vuole, se si è disposti a cambiare smalto il giorno dopo allora va bene anche senza!

    RispondiElimina
  14. Ciao! Ti ho lasciato un regalo :-)
    http://scimmiettacuriosa.blogspot.it/

    RispondiElimina
  15. bellissimo! peccato che gli holo di shaka da me non siano mai arrvati ç_ç

    RispondiElimina
  16. Gli smalti olografici mi hanno tanto delusa: ne ho uno Layla e uno Shaka, ed entrambi hanno il medesimo problema: dopo un giorno massimo iniziano a svanire sulla punta delle unghie. Un odio pazzesco! @@
    Da amante dei glitter quale io sono, avrei preferito durassero almeno un paio di giorni di più..tristessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io ci son rimasta male! Forse i pigmenti olografici non vanno d'accordo con le formule più durature?

      I Layla però sono davvero stupendi.

      Elimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...