martedì 18 giugno 2013

Recensione: Darphin Intral Crema Rigenerante Anti-Arrossamento*


Darphin Intral Crema Rigenerante Anti-Arrossamento
*Prodotto inviatomi da un PR della marca
Vi avevo parlato di questa crema alcuni mesi fa, raccontandovi le mie impressioni relative ad un campioncino. Grazie a quel post fui contattata dalla Darphin, che mi propose di testare il formato di vendita: un’ottima occasione per conoscere un prodotto che mi aveva colpita positivamente e per risolvere l’eterno dilemma: basta un piccolo campione per farsi un’idea precisa?

Prezzo: 51,50  euro/36 sterline Quantità: 50 ml
Rivenditori: Farmacie e SPA autorizzate, FeelUnique.com PAO: 24 mesi
Provenienza: Made in France Indicata per: Pelli sensibili, da normali a miste
Periodo di prova: >3 mesi


Dal comunicato stampa (clicca qui per passare direttamente alla recensione):

DARPHIN, esperto nel trattamento delle pelli sensibili, presenta le nuove formule INTRAL, che uniscono il più puro piacere d’uso sensoriale con l’alta performance. Per le pelli sensibili DARPHIN ha creato trattamenti su misura in textures, colori e profumi raffinati, delicati, d’eccezione.

La pelle sensibile è una tipologia di pelle.
Questa sensibilità potrebbe essere dovuta a fattori interni: una predisposizione - frequentemente ereditaria -, fototipo della pelle, fattori ormonali; o fattori esterni come sbalzi di temperatura, sole, o stile di vita (dieta, stress, alcol, tabacco). Quando la pelle è soggetta giornalmente a questi fattori di sensibilizzazione, cambia e diventa più vulnerabile.
Questa sensibilità si manifesta in differenti modi: reazione intollerante ad alcuni ingredienti, comparsa di rossori o perfino irritazione cutanea.
È per fornire una risposta mirata che Darphin si concentra sulla ricerca di questi 3 tipi di pelli sensibili.

La pelle intollerante
La pelle intollerante è un tipo di pelle sensibile che reagisce in maniera eccessiva ma passeggera agli stimoli esterni. Ha bisogno di essere protetta e lenita. Necessita di prodotti dalle formulazioni specifiche che utilizzano un numero limitato di ingredienti e selezionano ingredienti attivi particolarmente adatti alle pelli reattive.
La pelle arrossata
La pelle soggetta ai rossori presenta disturbi di micro-circolazione cutanea, spesso associata ad una fragilità capillare. Una predisposizione legata ai problemi vascolari è una causa di questo tipo di pelle, che ha bisogno di migliorare la propria micro-circolazione e di rafforzare le pareti dei capillari e la barriera cutanea.
La pelle irritata
La pelle irritata, la cui barriera è stata rovinata, diventa permeabile ai fattori irritanti. La pelle tira, non ha più la stessa texture e può perfino iniziare a squamarsi. Questo tipo di pelle ha bisogno di calmare l’infiammazione e bloccare il processo di irritazione e di riparare e rinforzare la barriera cutanea.

La linea INTRAL
Darphin ha studiato un trattamento personalizzato in 3 Dimensioni, con azioni appropriate e ultra-confortevoli per ogni tipo di pelle sensibile, attraverso un delizioso cocktail di piante e aromi.

Lenire
Il Calm Complex® creato da Darphin, miscela Polisaccaridi, Pantenolo, estratti di Camomilla, Biancospino e Peonia, formando un irresistibile cocktail calmante di anti-ossidanti e anti-irritanti noti per lenire la pelle.
Ridurre i rossori e proteggere la pelle
I Glicosaminoglicani aiutano a proteggere la pelle e a limitare la comparsa dei rossori, mentre la Vitamina E riduce le reazioni negative della pelle alle aggressioni esterne e agli agenti irritanti.
Riparare e rinforzare la barriera cutanea
Una miscela ricca di estratti di Crusca di grano e lipidi, con un’alta concentrazione dell’acido grasso essenziale Omega 6, che aiuta a riparare e rinforzare la barriera cutanea limitando la perdita di acqua e stimolando la naturale capacità della pelle di resistere alle aggressioni degli agenti esterni.

Intral Crema rigenerante Anti-Arrossamento – Riduce la comparsa dei rossori e uniforma il colorito aiutando a mascherarli, grazie alla formula arricchita in minerali naturali di colore verde che neutralizzano i rossori. L’estratto di Crusca aiuta a riparare e rinforzare la barriera cutanea naturale. La texture leggera e di rapido assorbimento la rende ideale per le pelli normali e miste.

Gli altri prodotti della gamma
Step 1: Correggere – Intral Siero Lenitivo Anti-rossore
Step 2: Equilibrare – Soin d’Arome alla Camomilla
Step 3: Trattare ogni esigenza di pelle con la crema più adatta – Intral Crema Lenitiva (priva di profumo, coloranti e conservanti di sintesi), Intral Balsamo Protettivo Anti-Rossore (correttiva, con burro di Mango, adatta alle pelli secche e molto secche).

La crema è contenuta in una scatola di cartoncino color lattementa, accompagnata dal foglietto che illustra la gamma Intral in ogni lingua immaginabile. Non apprezzo granché questo eccesso di imballaggi: in teoria avrebbe la funzione di proteggere il prodotto, fornire informazioni e far bella figura (i flaconi sfusi fanno tanto “supermercato”); in pratica esistono altri metodi per preservare l’integrità dei cosmetici e la maggior parte dei consumatori butta scatole e foglietti senza leggerli. Niente da eccepire, invece, sul tubetto: particolare colore rosa con riflesso perlato, plastica resistente ma morbida al tatto, e foro dosatore minuto, per non sprecare prodotto. L’idratante, di consistenza cremosa e dal profumo sofisticato, ha un curioso colore verde pallido e, osservandolo in determinate condizioni, si nota che contiene tantissime micro-particelle brillanti verdi. Non avevo accennato a questo nelle mie precedenti impressioni non per dimenticanza, ma poiché non me ne accorsi affatto… Imbarazzato  Ad essere sincera, anche stavolta me ne sono resa conto dopo diversi utilizzi: i bagliori sono evidenti solo in condizioni di forte illuminazione (alla luce solare diretta delle ore centrali o sotto una lampada al neon ravvicinata). Generalmente non applico l’idratante a mezzogiorno, la luce della mia camera è molto soffusa e sono sprovvista di occhiali al momento di spalmarmi creme e compagnia… Compatitemi.

Darphin Intral Crema Rigenerante Anti-Arrossamento
La Crema Rigenerante Anti-Arrossamento Intral fotografata in interno...

Ho utilizzato questa crema mattina e sera come raccomandano le istruzioni, pur avendo qualche dubbio a proposito degli appena citati brillantini: la loro funzione correttiva è superflua durante la notte, e temevo potessero addirittura sporcare il cuscino… Fortunatamente mi sbagliavo! La formula è priva di filtri solari: ho sentimenti ambivalenti verso gli idratanti con SPF poiché, se da una parte sembrano la soluzione ideale per proteggersi senza usare un solare, dall’altra spesso i fattori sono medio-bassi e, vista la quantità utilizzata, c’è il rischio che la protezione reale sia vicina allo zero.

Riguardo l’applicazione ci avevo visto giusto: l’idratante Intral non necessita di lunghi massaggi, non pizzica neppure sulla pelle martoriata da pinzetta e ceretta e si assorbe rapidamente, anche se avete già steso qualcosa sul viso (nel mio caso, l’olio aromatico della stessa marca). Lascia la pelle vellutata e morbida e elimina subito eventuali pellicine. Le particelle brillanti verdi si notano appena in condizioni di luce molto forte e, anche in questi casi, non si tratta comunque di bagliori stile palla da discoteca, né di strane luminescenze verdognole. L’impressione generale è anzi quella di pelle luminosa ma assolutamente mat. Non ho notato nessun camuffamento delle aree arrossate (rossori passeggeri e di modesta entità, non soffro di couperose).

Darphin Intral Crema Rigenerante Anti-Arrossamento
...e sotto il solleone! Notate i minuscoli bagliori.

Non ho la pelle sensibile, ma mista: più grassa nella zona T (principalmente il naso) e con aree secche (lati della bocca e tempie) piuttosto problematiche durante questa “primavera” insolitamente fredda. Riguardo la zona T, questa crema Darphin è riuscita generalmente a mantenere la pelle libera dall’unto per tutta la giornata e, per diverse ore, ad evitare l’effetto lucido. Inoltre non c’è stato alcun fiorire di imperfezioni.
Sulle zone più secche, invece, la crema ha avuto qualche difficoltà, probabilmente poiché formulata per pelli normali-miste. Con temperature miti o calde sono riuscita ad utilizzarla da sola senza problemi; in primavera invece ho dovuto “rinforzarla” durante la notte con qualche goccia del Trattamento Aromatico alla Camomilla Darphin (un olio nutriente per il viso), poiché, a causa del freddo mattutino e del vento di certe giornate, la pelle agli angoli della bocca si screpolava nuovamente dopo alcune ore, difetto amplificato e aggravato dall’uso del fondotinta opacizzante. Sottolineo però che solitamente uso una crema più corposa durante la notte proprio per evitare questo inconveniente.

Un buon idratante per le pelli normali e miste/grasse che alla sostanza aggiunge tanti piacevoli optional (consistenza, profumo sublime, confezione e prestigio del marchio), utilizzabile anche sulle pelli miste a tendenza secca avendo l’accortezza di accompagnarlo ad un prodotto più ricco per la notte e/o per le aree più secche, perlomeno nei periodi più stressanti. Trovo invece che chi ha la pelle molto secca farebbe meglio a rivolgersi ad un prodotto pensato per questa tipologia.

Avrei preso in considerazione questo prodotto, se non avessi avuto l’opportunità di provarlo? Come scrissi, il campione mi aveva impressionato positivamente ma, da studentessa low-budget e resistente al fascino delle creme prestigiose, lo prenderei in considerazione solo se cambiasse una di queste caratteristiche (il budget, grazie!).

Ora che ho potuto testarlo con mano, lo acquisterei? Idem come sopra: se potessi, sì.
INCI: Water/Aqua/Eau, Dimethicone, Glycerin, Polysorbate 60, Pentylene Glycol, Cetyl Palmitate, Hydrogenated Polydecene, Sorbitan Stearate, Squalane, Tridecyl Stearate, Butylene Glycol, Chamomilla Recutita (Matricaria) Flower Extract, Paeonia Suffruticosa (Peony) Root Extract, Alteromonas Ferment Extract, Crataegus Monogina Flower Extract, Panthenol, Olea Europaea (Olive) Fruit Extract, Cucumis Melo (Melon) Fruit Extract, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Triticum Vulgare (Wheat Bran) Extract, Phellodendron Amurense Bark Extract, Dipentaerythrityl Hexacaprylate/Hexacaprate, Persea Gratissima (Avocado) Oil, Potassium Cetyl Phosphate, Sodium Polyacrylate, Phytosphingosine, Copper PCA, Dimethiconol, Propylene Glycol Dicaprylate, Cholesterol/Potassium Sulfate, Tridecyl Trimellitate, Tocopheryl Acetate, Glycosaminoglycans, Tin Oxide, Fragrance (Parfum), Tetrasodium EDTA, Phenoxyethanol, Chlorphenesin, Sodium Benzoate, Hydroxycitronellal, Mica, Titanium Dioxide (CI 77891). 82% degli ingredienti sono di origine naturale.
Il prodotto oggetto del post mi è stato inviato gratuitamente da un PR della marca. Non sono stata obbligata a parlarne, né ho ricevuto un compenso per farlo. I giudizi espressi in questo post sono la mia sincera opinione non influenzata dall’omaggio. Per ulteriori informazioni consultate il disclaimer.

12 commenti:

  1. Questa crema è interessante! Io ho la pelle mistissima (più grassoccia però)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quel caso credo funzioni senza problemi. Anche la mia pelle era più grassa in passato, ora invece è più secca, naso a parte... :-/

      Elimina
  2. Potrebbe fare al caso mio, visto le caratteriste atte a lenire la pelle irritata, ma francamente il prezzo è un vero deterrente anche per me che in quest' ultimo anno, col mio stipendio da impiegata, ho speso fior di quattrini in parafarmacia alla ricerca della crema miracolosa.
    E poi anche l'INCI mi fa nutrire qualche dubbio (si, mi sto documentando parecchio ultimamente...!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ricordo male mi avevi scritto di avere la pelle sensibile; se già 50 euro sono un sacrificio per tanti, a maggior ragione se non si ha la certezza di come la pelle reagirà. Di questa crema esistono sicuramente i campioni, se hai un punto vendita nelle vicinanze potresti provare a chiedere.

      Sull'"INCI for dummies" pensavo di scrivere un post di "ponderazioni" varie: il mio scetticismo deriva dal fatto che non è facile capire chi informa e chi invece cerca di vendere (prodotti o la sua ideologia "ecologista"); aggiungiamo le persone che ripetono ciò che leggono in giro con toni da guru, quando in realtà non hanno nessuna formazione che permetta loro di capire se le informazioni sono autorevoli o meno, aggiungendo confusione. Un'altra cosa che mi sconcerta è che si parla tanto di consumo responsabile, poi si propongono trucchi e profumi "ecologici"! Ma il primo passo verso il consumo responsabile non era la rinuncia al superfluo?

      Elimina
  3. Hai perfettamente ragione, oltre che un' ottima memoria. Io ho iniziato il mio calvario quando il dermatologo mi disse, un anno fa, che gli sfoghi e le pustole sulle guance, che si arrossano e mi procurano talvolta anche prurito, fossero dovute ad una crema troppo grassa per la mia pelle. Da allora ho cambiato man mano tutto: creme, trucchi, detergenti, struccanti.Finendo psicologicamente per demonizzare i prodotti da profumeria e affini. Ma ho ottenuto solo di aver speso tanti soldi in farmacia e parafarmacia.Perciò ho messo un punto. Domani ho un consulto con un altro dermatologo, e vedremo cosa ne pensa!

    Sull' Inci anch'io mi sono resa conto che alla fine è inutile estremizzare, però tendo ad essere diffidente se, inserendo l' Inci nell' INCI ANALYZER di Biodizionario, escono fuori troppi pallini rossi, o se vedo siliconi, petrolati e ingredienti sospetti in cima alla lista. Ma ovviamente parlo di ciò che sto cercando di capire in base alle reazioni della mia pelle.
    Anche sull' ecologia e sul consumo responsabile mi sto documentando, ma come dici tu non è semplice trovare risposte.
    Credo sia una buona idea quella del post di ponderazioni varie! Non voglio intasarti questo post con tutte le mie lungaggini!! Attendo con ansia!E grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un vero e proprio calvario, accidenti! Purtroppo non è la prima volta che sento esperienze del genere: uno va dal dermatologo pensando di risolvere il suo problema in poco tempo, e invece è tutt'altro che semplice. Sia chiaro che non colpevolizzo nessuno: è vero che ci sono persone incompetenti (come per ogni professione), ma è anche vero che quello che sembra uno sfogo da quattro soldi potrebbe essere difficile da curare o da identificare. Spero che il nuovo medico riesca a far chiarezza.

      Niente ansia, ti prego! Sono in alto mare con gli esami in questo periodo e non ho neppure il tempo di rispondere ai commenti; dovrò assestarmi prima, anche perché un post del genere richiederebbe una lunga documentazione e una assidua presenza per rispondere ai commenti.

      Elimina
  4. Eureka: ho una dermatite seborroica rosaiceforme! Lo so che non c'è nulla da esultare ma almeno ho capito cos'è!!! Il dermatologo mi ha detto che non ci sono cause particolari se non il mio fototipo a suo dire "da manuale" capello scuro+occhi chiari+pelle chiara, e una pelle delicata che può essere più soggetta a queste cose, ed alle macchie pigmentarie (altro problema che mi affligge). A parte i miei malanni, quello che potrebbe essere interessante per tutte, ma che non è certo la scoperta del secolo,il medico mi ha confermato che non esiste la crema perfetta, nemmeno fra quelle così dette bio, perchè c'è gente che usa Nivea per una vita senza avere problemi, e quelle (sfigate) come me che hanno una pelle più delicata e che devono faticare a trovare quella adatta.Passo e chiudo!
    In bocca al lupo per i tuoi esami!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, un passo è fatto, spero che presto tu riesca a trovare la crema adatta a te, di qualsiasi tipo sia! (Magari facile da reperire e non troppo costosa, eh!).

      Crepi! :)

      Elimina
  5. I prezzi....questo dannato problema!
    Se non fosse per questo motivo la proverei più che volentieri, in linea di massima la mia pelle è mista per cui non dovrei avere grosse difficoltà. Quasi quasi mi metto alla ricerca di un sample!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici! :(

      Fammi sapere se riuscirai a provarla!

      Elimina
  6. Attenzione!! Come secondo ingrediente ce il dimethicone che é 2 bollini rossi... e tanti altri... va valutata x bene se vale la pena spendere cosi tanto x una crema se pensiamo che con molto meno possiamo avere dei prodotti sicuramente piu sani... che a lungo andare puo dannegiare la pelle... da pensare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve anonimo moralizzat* cosmetico,
      mi spiace darti la notizia che, al momento, il dimethicone è ritenuto sicuro (fonte) e i bollini rossi sono stati dati per la non-biodegradabilità e per motivi "filosofici" (fonte no. 2). Se sei in possesso di nuove, eclatanti rivelazioni, la comunità scientifica sarà lietissima di ascoltarti.

      Mi permetto però di farti una domanda: parli di "spendere così tanto", con ciò intendi che, se la crema costasse poco, useresti una sostanza che ritieni possa danneggiarti? Un po' come dire che, se il prezzo è basso, andresti a mangiare in una bettola dall'aria poco raccomandabile? O_o

      Elimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...