martedì 11 giugno 2013

Recensione: Labello Pearly Shine balsamo labbra

Labello Pearly Shine Limited Edition blister
Durante i “ruggenti” anni delle superiori ero una delusa utilizzatrice del predecessore di questo Labello, il Pearl&Shine. Delusissima, ma troppo pigra per serbare rancore. Potrà scaturire qualcosa di buono da queste premesse?

Prezzo: 3,10 euro (variabile) Quantità: 5,5 ml – 4,8 grammi
Rivenditori: Super e ipermercati, profumerie, negozi di articoli per l’igiene della persona PAO: 12 mesi
Provenienza: Non indicata Indicato per: Tutti i tipi di pelle
Periodo di prova: 5 mesi circa

Dal sito Labello: Vuoi labbra morbide e sensuali, ed un'idratazione infinita senza renderle appiccicose? Per labbra lisce e morbide come la seta e leggermente brillanti, proprio come una perla perfetta, usa Pearly Shine. Con un tocco di rosa ed una scintillante brillantezza, esalta la bellezza delle tue labbra, rendendole lisce e morbide, mentre gli estratti di seta le nutrono. Idrata a lungo le labbra e le ammorbidisce, inoltre grazie al fattore FP 10 le protegge dai danni causati dai raggi UVA e UVB.
Venduto in un brillante blister, questo balsamo labbra è dotato della (ormai non più) nuova confezione del marchio: leggermente bombata e dalla sommità tagliata ad angolo. L’esemplare che vedete in foto è un’edizione limitata; quella ordinaria ha il cappuccio rosa perlato decorato da piccole stelline. Nello stick, il prodotto appare rosa cipria perlato… Molto perlato. Il balsamo labbra ha un delicato profumo, non molto persistente sulle labbra.

Labello Pearly Shine Limited Edition

Era da tempo che non acquistavo la versione perlata del Labello: nonostante sia stato proposto in tante graziose edizioni limitate da collezione (sob! In lacrime), il vecchio Pearl&Shine non mi piaceva affatto. Ceroso, lasciava una antiestetica patina biancastra sulle labbra e, dopo qualche ora, sembrava asciugarsi e asciugare. Purtroppo, non si può resistere alle edizioni limitate per sempre, e questa fu la mia Waterloo. Per fortuna, col cambio di nome e design, deve esserci stato un cambio di formulazione perché Pearly Shine, sebbene non perfetto, è finalmente un balsamo labbra perlato gradevole.

Labello Pearly Shine Limited Edition

Scorrevolissimo, lascia sulle labbra un leggero strato di prodotto molto morbido e lucido, pare quasi un gel. La pigmentazione è così esigua che si può considerare con buona approssimazione nulla, l’effetto perlato, invece, è evidente e presenta le controindicazioni tipiche di questo finish.
  • Fate attenzione al numero di applicazioni: personalmente, se ripassavo Pearly Shine più di tre volte, le labbra assumevano una bizzarra colorazione chiara quasi metallizzata.
  • Se avete labbra molto screpolate, con rughette profonde e/o pellicine, le particelle brillanti rischiano di evidenziare questi inestetismi. Un controsenso, pensando che si tratta di un prodotto anche con funzioni curative.
  • L’effetto perlato “schiarisce” un poco le labbra e il risultato potrebbe stonare su carnagioni scure o abbronzate. Mi sono accorta di questo mentre testavo il campioncino di fondotinta Shiseido Perfect Refining I40, di alcuni toni più scuro del mio viso.
Detto così sembra tremendo ma, quando le suddette condizioni non si avveravano (personalmente la quasi totalità delle volte), il risultato era gradevole, soprattutto a detta delle altre persone. Ricevo pochi complimenti per rossetti rossi di grandi marche e invece quasi si commuovono per questo, ditemi voi se non mi devo deprimere passando il tempo con ‘sta gentaglia! Con la lingua fuori

Labello Pearly Shine swatch
Labello Pearly Shine. Foto scattata in interno, cielo nuvoloso. Decisamente da rifare!

La lucentezza e l’aspetto perlato diminuiscono col passare delle ore (soprattutto la prima), ma senza lasciare sgradevoli patine o aloni. Con mia grande sorpresa, non ho avuto bisogno di “pulire” le labbra prima di riapplicare il prodotto, cosa che trovo necessaria con alcuni rossetti/gloss/balsami labbra perlati o metallizzati per evitare un’overdose di scintillii.

I miglioramenti rispetto alla vecchia versione ci sono anche sul fronte non decorativo: Pearly Shine ammorbidisce nel giro di poco tempo anche labbra discretamente secche, e spesso non sentivo il bisogno di riapplicarlo se non dopo i pasti. Inoltre, è dotato di un fattore di protezione solare 10, non altissimo ma una gradita aggiunta per chi vive in zone soleggiate.

Labello Pearly Shine swatch
Labello Pearly Shine, foto scattata durante una giornata nuvolosa. Altro swatch inutile, se solo non avessi aspettato all'ultimo! :(

Un prodotto che coniuga estetica e idratazione in modo soddisfacente. Nulla di straordinario, ma lo trovo ideale per avere labbra luminose in tutte le occasioni, soprattutto quelle in cui si deve alleggerire il trucco (e gli ingombri). Son felice di avergli concesso una seconda possibilità.
Avete mai riacquistato la nuova versione di un prodotto che non vi era piaciuto? Come è andata?
INCI: Polyisobutene, Pentaerythrityl Tetraisostearate, Ricinus Communis Oil, Butyrospermum Parkii Butter, Hydrogenated Polydecene, Candelilla Cera, Octyldodecanol, Mica, Cera Microcristallina, Isopropyl Palmitate, Synthetic Wax, Ethylhexyl Methoxycinnamate, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Butyl Methoxydibenzoylmethane, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Simmondsia Chinensis Oil, Hydrolyzed Pearl, Serica Powder, Vitis Vinifera Seed Oil, Tocopheryl Acetate, Glycerin, Aqua, Neohesperidin Dihydrochalcone, BHT, Benzyl Alcohol, Parfum, CI 77491, CI 77163, CI 77492, CI 45380, CI 77891.

12 commenti:

  1. Dalla tua ottima descrizione,sembra davvero che questa volta il signor Labello abbia migliorato la formula dei propri burri ma,personalmente,non mi sono mai trovata bene con questi prodotti(malgrado ne comprassi a decine durante le scuole medie!).Ad oggi,preferisco il balsamo ai Quattro Burri de l'Erbolario :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :) La mia esperienza con i Labello è generalmente buona, ma dipende molto dalla varietà e dalla formulazione. Alcuni, come questo Pearly Shine, li trovo decisamente migliorati, altri (quelli alla frutta) li preferivo prima. Mai provati i balsami labbra L'Erbolario, fosse per me comprerei (quasi) qualsiasi marca... "Purtroppo" non sono una grande utilizzatrice di questi prodotti, se non mi fossi imposta di usarli almeno due volte al giorno starei ancora smaltendo i balsami labbra acquistati alle superiori...

      Elimina
  2. Anche io usavo quello vecchio, e su di me faceva proprio un effetto "vecchia signora impellicciata", perché ho sempre dovuto applicarne quantità industriali (le mie labbra d'inverno paiono cartavetro).
    Questo non sembra nemmeno avere un INCI così malvagio... me ne ricorderò se mai avrò bisogno di un acquisto di emergenza (ormai sono fedele ai balsami labbra di Yves Rocher).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su di me era più "vecchia mummia ammuffita"... Brrr! Mai provati neppure gli Yves Rocher, purtroppo! Come scrivevo sopra, essere una maniaca collezionista di balsami labbra e non soffrire quasi mai di labbra screpolate è una combinazione letale.

      Elimina
  3. Questo burrocacao non mi ha mai convinto, anche io ce l'ho... sul comodino da mettere la notte prima di dormire, così idrato le labbra ma nessuno mi vede con tutto quel perlato che fa tanto liceale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà perché al liceo andavano tanto di moda i prodotti per labbra chiarissimi e perlati... :D

      Elimina
  4. Anch'io avevo la prima versione... Una delusione anche per me!!! Mi aspettavo un effetto wow e da piccola vandala facevo mille passate con effetti estetici orribili. Io sono abbastanza scura di carnagione, quindi puoi immaginare. Dalla foto e dallo swatch sembra effettivamente migliorato, da farci un pensiero! Grazie per la review!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, pure io immaginavo chissà quale effetto delicatamente perlato, e invece... Comunque, nonostante sia migliorato, neppure con questo Pearly Shine riesco a fare molte passate senza che le mie labbra luccichino troppo. Purtroppo, con i prodotti perlati è sempre così.

      Grazie a te! :)

      Elimina
  5. Da ggiovane ero un'utilizzatrice seriale di Labello, poi le mie labbra hanno cominciato a reagire screpolandosi manco avessi fatto la scalata dell'Everest senza protezione solare... Da allora ho cambiato millemila balsami labbra e sto ancora cercando quello perfetto (al momento mi sto trovando molto bene con quello della Helan)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È sempre una seccatura la ricerca del prodotto adatto a noi, soprattutto quando ci sono di mezzo problemi e necessità seri. Spero che il burro Helan sia quello giusto per te!

      Elimina
  6. L'ultimo labello che ho comprato era della linea fruit shine mi pare...qualche anno fa...avevo sbagliato profumazione, non so ancora che razza di frutto fosse quello, ma a me dava la nausea :(
    Questi perlati li ho sempre apprezzati sugli altri ma sarà che non essendo una grande utilizzatrice di burri(e si vede) non l'ho mai provato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I profumi di alcuni Labello fruttati non sono il massimo neppure per me, inoltre preferivo le vecchissime formulazioni, meno lucide.

      Elimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...