giovedì 27 febbraio 2014

Recensione: Splend’Or Balsamo Fiori di Mandorlo e Karité

Splend’Or Balsamo Fiori di Mandorlo e Karité
Splend’Or è una di quelle marche poco pubblicizzate e semi-nascoste sugli scaffali dei negozi, ma che godono di molte opinioni positive nell’universo di internet. La qui scrivente scapestrata si aggiungerà al coro degli adoratori, o sarà lo stonato Bastian Contrario?

Prezzo: da 0,80 a 1,20 euro Quantità: 300 ml
Rivenditori: Super e iper-mercati, negozi di articoli per l’igiene della persona PAO: 12 mesi
Provenienza: Made in Italy Indicato per: Capelli secchi e danneggiati
Periodo di prova: Tre settimane circa Confezioni utilizzate: 1

Dalla confezione (il sito Splend’Or è muto): Il nuovo Balsamo Splend’Or ai Fiori di Mandorlo e Karité, grazie al burro naturale di Karité presente in formula, aiuta a nutrire dolcemente i capelli secchi e danneggiati, rinforzandoli e proteggendoli dagli agenti esterni. Dopo ogni utilizzo restituirà ai tuoi capelli la loro naturale vitalità e corposità senza appesantirli. Un meraviglioso profumo ti avvolgerà.
La confezione, identica a quella degli shampoo delle altre linee della marca (Fiori di Mandorlo e Karité è infatti orfano, poverello), è leggera e dal tappo innocuo anche per chi ha le unghie lunghe. Vista la fluidità del prodotto, non si rimpiange troppo l’assenza dell’apertura in basso, ma avrei comunque preferito un flacone facile da capovolgere. Il balsamo, dal dubbio colore giallo e dalla poco invitante consistenza semi-liquida, ha un profumo speziato niente male. Mi ricorda una versione meno “calda” e pungente della noce moscata.

La dose necessaria per districare i miei capelli è molto abbondante, pur tenendo conto della loro lunghezza (mi arrivano al sedere, ormai), del loro essere crespi e infestati di doppie punte. Inoltre, a complicare l’applicazione, si aggiunge la caratteristica di questo Splend’Or di “scomparire” tra le ciocche qualora se ne applichi troppo poco. Per questi motivi, distribuivo una noce di prodotto alla volta (almeno tre in tutto) su diverse parti della chioma, invece della solita unica “nocciolona” di prodotto. Nonostante tutto questo, la formula mi è sembrata più ricca della pensionata varietà alle erbe.

Non necessita di interminabili risciacqui, e già nella doccia si può percepire l’azione districante. Pur avendolo accoppiato a shampoo parecchio sgrassanti (L’Oréal Elvive Crystal Gloss), non ho avuto grandi difficoltà a pettinare i capelli ancora bagnati, e anche una volta asciutti l’azione districante si confermava soddisfacente. Non lascia residui né ho avuto la sensazione di capelli appesantiti. Il profumo si percepisce per alcune ore dopo l’asciugatura. I capelli rimangono puliti fino al momento di rilavarli (48 ore dopo), ma tenete conto che non aspetto che si sporchino.

Districa senza appesantire e lascia i capelli profumati: in una parola funziona, e meglio di quanto mi aspettavo. Il prezzo, poi, sulla carta è imbattibile. Ma l’applicazione più laboriosa del solito e la grande quantità di prodotto necessaria (l’ho finito in meno di tre settimane, malgrado i ben trecento millilitri di prodotto) “diluiscono” la convenienza, e gli preferisco altre marche.
INCI: Aqua, Stearyl Alcohol, Ethylhexyl Stearate, Cetyl Alcohol, Glycerin, Butyrospermum Parkii Butter, Prunus Amygdalus Dulcis Fruit Extract, Cetrimonium Chloride, Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Propylene Glycol, Triethylene Glycol, Citric Acid, Magnesium Nitrate, Magnesium Chloride, Parfum, Hexyl Cinnamal, Benzyl Alcohol, Linalool, Benzyl Benzoate, Benzyl Salicylate, Butylphenyl Methylpropional, Methylchloroisothiazolinone, Methylisothiazolinone, CI 19140.

24 commenti:

  1. Lo sto testando proprio ora. Devo dire che io coi balsami sono difficile perchè molti non riescono a districarmi i nidi che ho in testa. Lui invece sì! E già è un punto a suo favore. Poi a me durano tutti poco cmq quindi su quello non mi esprimo ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma allora hai trovato il tuo balsamo ideale!

      Elimina
  2. Questo balsamo l'avevo adocchiato ma sono sempre timorosa che mi appesantisca i capelli, preferisco sempre quello al cocco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi capelli sono stupendi, fai bene a non rischiare!
      Saranno anni che non uso quello al cocco. Lo ricordo decisamente troppo liquido, ma con ogni probabilità avranno cambiato la formula.

      Elimina
  3. Ho usato solo quello al cocco, che non ho trovato così fantastico come pensavo. Se mi dovesse capitare di trovare questo, gli darei una chance. Considerati i capelli corti, dovrebbe durarmi un po' di più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente ti durerà di più, i miei sono pure crespi e pieni di doppie punte... Devo tagliarli! ç_ç

      Elimina
  4. Io sarei curiosa di sentirne l'odore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto molto. Ormai nessuno se la prende se i clienti fiutano uno shampoo, io sono tra i pochi a farmi paranoie!

      Elimina
  5. Mai visto questa versione dal tappo marrone ma io di solito utilizzo quello al cocco con tappino giallo e mi ci trovo divinamente quindi scommetto che potrei apprezzare anche questo qui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrebbe essere relativamente nuova, assieme a quella dal tappo rosa (che non ho visto, altrimenti avrei sicuramente acquistato quella!). Fortunate voi che vi trovate benissimo con questi balsami, più soldini risparmiati da spendere in altro! :)

      Elimina
  6. Non so quale, ma quando i miei capelli saranno ricresciuti e avranno bisogno di un balsamo, proverò uno Splend'or

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, non avevo mai pensato al fatto che i capelli corti non abbiano bisogno di balsamo! Sto diventando completamente scema...

      Elimina
  7. Quasi quasi lo provo...Sto giusto finendo quello al cocco (comprato per sperimentare il cowash, che su di me non ha dato grandi risultati :-P).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che funzioni anche per te, senza bisogno di usarne litri però! Non ho mai provato il cowash, ammetto che l'idea di lavarmi a balsamo e zucchero non mi sconfinfera neppure un po'.

      Elimina
    2. Condivido la perplessità :) però certe volte le cose strane hanno effetti inaspettati...Un paio di anni fa ho fatto qualche esperimento di lavaggio con le erbe indiane (fai una poltiglia di erbe e jogurt e te la spappoli in testa, poi risciacqui). Capelli corposi e bellissimi, peccato che ci volesse un casino di tempo (anche per ripulire gli schizzi di fanghiglia caduti accidentalmente).

      Elimina
    3. Temo che piastra, phon e tintura (che non voglio abbandonare, il massimo ottenibile dai miei capelli è un ondulato crespino molto hippy, vade retro!) azzerino il vantaggio dei trattamenti. Perlomeno, con le maschere tradizionali è stato così. E le tubature del mio palazzo sono molto, molto schizzinose... Se dovessi usare hennè e simili mi getterebbero nella fossa biologica! :P

      Elimina
  8. Sto cominciando ora ad usare quello al Cocco, da svenimento (in senso positivo, eh!) Lo amo alla follia, anche se è un po' troppo liquido anche quello... Però lascia un profuminooooooo ed è senza siliconi!
    Ps. voglio anche io i capelli ultra lunghi!!!
    Pps. la sottoscritta doppiepuntifera cronica, da quando ha mollato i tanto chiacchierati siliconi, ha smesso di fare le doppie punte: Ciao, sono Alice e sono senza doppie punte da 11 mesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La variante al cocco non la provo da anni, però per il prezzo che ha e contando che questo non è male, la si riacquista!
      Beata! Purtroppo nel mio caso la responsabile è la piastra. Fino ai 17 anni trovare doppie punte nella mia chioma era una caccia al tesoro, nonostante li lavassi ogni giorno, con shampoo e balsamo di supermercato e usando pure il phon... Poi ho iniziato a stirarli e la situazione si è ribaltata! :( Però al naturale sono troppo brutti, ero lo zimbello della scuola. Perché non sono nata liscia?

      Elimina
  9. Io preferisco sempre quello al cocco!

    RispondiElimina
  10. Il mio tesssssssoro! Quello al cocco non mi era piaciuto per niente, lo trovavo abbastanza inutile, ed ero riluttante a provare questo, invece ho trovato il balsamo dei miei sogni. Mi piace tantissimo, sotto tutti i punti di vista! Però non li ho crespi né lunghi come i tuoi, una volta avevo spaghetti dritti che cadevano a strampiombo senza piastra, ora ho spaghetti dritti che in fondo cadono come ne hanno voglia (alla biiiiip di cane, direi). L'unica cosa in comune tra ieri e oggi è che non tengono una piega decente manco se piango, allanimadelipeggiomortaccioniloro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che colpo di fortuna, il balsamo dei sogni a meno di un euro! Non che gli altri che acquisto costino molto di più, ma 70 cent qua, 50 di là... Sossoldi! :D
      I miei con la piega sono strani. Al momento reggono il liscio piuttosto bene, ma i boccoli, sempre fatti con la ghd, no. Si smosciano prima ancora di terminare tutta la testa. :/

      Elimina
  11. Non credo di averlo mai visto in giro...o forse l'ho solo snobbato? Boh! Quello al cocco mi piace per la profumazione... però sinceramente preferisco qualcosa di più strong e dalla consistenza meno fluida, come dici tu spariscono dai capelli quando si applicano questo genere di prodotti e in generale preferisco comprarli in estate perché costando poco e avendo una confezione così grande ammortizzo un po' dato che con il caldo li lavo praticamente tutti i giorni...
    Ale basta piastrare i capelliiii :P io non ho doppie punte da quando non li piastro più...secchi sì essendo lunghi (sono arrivata quasi alla tua lunghezza) ma doppie punte no...e non li taglio da maggio dello scorso anno (e la gente che da lontano pensa che io sia piena di doppie punte e mi incita a tagliarli e con orgoglio glieli sbatto sotto al naso per far loro vedere che non ne ho)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so! Anche io ero libera dalle doppie punte quando li lasciavo al naturale o con la spuma. Ma ti assicuro che non sembrano paglia, anche se con la treccia mi pare che si notino di più. Nel mio disperato caso, meglio le doppie punte che l'iper-crespo naturale o i capelli appiccicati che lascia la spuma, credimi!

      Elimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...