sabato 11 giugno 2011

Recensione: Nfu-Oh smalto olografico #61

Vi piacerebbe avere tutti i colori dell’arcobaleno su una sola unghia? Questo post lungo e ricco di foto e video fa per voi!

Prezzo: Da 8,50 a 9,50 euroQuantità: 17 ml
Rivenditori: Viis.ee, Nagelgroothandel.nl, Affiniti, Glamournails24, FramenailsPAO: 36 mesi
Provenienza: Made in FranceColori disponibili: 6 (Hologram series)

La boccetta è grande e a base larga, le decorazioni particolareggiate riprendono una donna con corsetto e gonna. A mio parere è irresistibilmente kitsch. Il tappo argentato contraddistingue la collezione Hologram. La sua forma permette di appoggiarlo stabilmente sul tavolo ed è comodo se impugnato dalla parte esatta (con il seno sotto il pollice) ma è seccante se siete abituate come me a girare il pennellino durante l’applicazione. Il #61 è un grigio argento chiaro olografico del tipo “linear holo”, cioè le particelle formano un riflesso lineare. Da il meglio di sé alla luce solare diretta, ma anche in interni e con luce artificiale il risultato è soddisfacente, a patto che la luce colpisca lo smalto dall’angolazione giusta. In caso contrario sembra uno smalto grigio chiaro bruttarello, simile a come appare nella boccetta.

Metodo 1: Applicazione senza base e top coat


La formula è molto densa. La prima passata non è coprente e presenta molte striature, asciuga quasi mat. Nonostante ciò, al sole si intravedono riflessi olografici. La seconda passata è stata traumatica. Sulla mano sinistra il pennellino ha rimosso lo smalto sottostante, mentre sulla mano destra ho ovviato al problema mantenendo il pennello carico di prodotto (essendo denso non gocciolerà) e facendo passate veloci e con mano molto leggera. Chi ha unghie larghe avrà difficoltà col pennello, dal momento che per allargare le setole è necessaria un minimo di pressione che rovinerebbe lo smalto sottostante. Con gli accorgimenti indicati sopra le unghie saranno quasi completamente coperte di particelle olografiche.

Nfu-Oh 61, singola passata, luce naturale indiretta. Mi scuso per lo smalto sbavato, ma data la scarsa durata ho preferito fare le foto subito.

Tre passate sono sufficienti se lo smalto è stato applicato come descritto sopra, per la mano disastrata ho dovuto farne una quarta. Tutte le passate asciugano in un batter d’occhio, anche le più spesse: immagino che chi ha unghie molto lunghe dovrà stendere il #61 alla velocità della luce. Lo smalto rimane molto aderente alle unghie, senza fare l’effetto “spessore” ma può evidenziare striature e altre irregolarità dell’unghia. Il finish non è lucido né mat ma piuttosto “opaco”.

Nfu-Oh 61, quattro passate. Luce solare diretta.

Si è sbeccato sulle punte di indice e medio poche ore dopo l’applicazione, subito dopo la doccia. 48 ore dopo era sbeccato su metà delle unghie, sulle altre era molto consumato, tanto da doverlo togliere. Si leva senza problemi.

Metodo 2: Applicazione con Aqua Base (base specifica per smalti Hologram)


L’Aqua Base impiega molto tempo ad asciugare, durante il quale è molto facile lasciarci segni, anche sfiorando le unghie coi capelli. Asciuga trasparente e gommosa. La prima passata di #61 sulla base è più coprente che senza ma rimangono alcune aree più chiare. I tempi di asciugatura dello smalto non cambiano.


Due passate (applicate come descritto sopra) sono sufficienti e il finish è più lucido che utilizzando il solo #61. L’effetto olografico è ancora più evidente, soprattutto con illuminazione artificiale.
Dopo una giornata lo smalto si è leggermente consumato su tutte le dita ma, dato il colore chiaro e brillante, non era molto evidente. Dopo quattro giorni ho dovuto toglierlo perché troppo consumato. Il colore va via facilmente, ma bisogna insistere per togliere i residui di Aqua Base e questo può rovinare la superficie dell’unghia.

Metodo 3: Sandwich


Questo metodo è ispirato/copiato dai post di Lacquerized e More Nail Polish. Dopo aver applicato l’Aqua Base e due mani di smalto come prima, ho steso il Mavala ColorFix, un top coat spesso e lucido. Inizialmente sembra far scomparire l’effetto holo, ma questo ritorna quando il ColorFix è asciutto, anche se attenuato alla luce solare indiretta e luci artificiali. Nessuno comprerebbe uno smalto olografico smorto, giusto? Seguendo i consigli delle blogger appena citate, ho applicato un ulteriore strato di #61. Il top coat rende più difficile la stesura, ma basta avere mano leggera. Il risultato non è sgargiante come il 2° metodo, ma recupera l’effetto holo ed è più lucido dei metodi precedenti. Il top coat crea un discreto spessore sull’unghia.


Purtroppo il ColorFix sembra non andare d’accordo con il #61: lo smalto non si consuma ma è facile scheggiarlo se usate le unghie come “apri-oggetti”. Dopo quattro giorni ho dovuto toglierlo per eccesso di scheggiature.

L’applicazione difficoltosa e la scarsa durata sono abbastanza seccanti per chi è abituato a fare la manicure ogni settimana, ma sono problemi comuni alla tipologia di smalto. E per chi ama il genere sono secondari. Io li ho comprati da Viis, le spese di spedizione per posta raccomandata costano 6,50 euro e, in base alla mia unica esperienza, consiglio questo negozio. Spesso gli Hologram non sono disponibili, ogni tanto riforniscono ma questi smalti vendono razziati subito. Controllate spesso e tenete la carta di credito pronta.

INCI: Non è riportato sulla boccetta e sul blog della marca ho trovato solo che dovrebbero essere Big 3 Free. Proverò a chiedere lumi anche al rivenditore.

AGGIORNAMENTO: Viis.ee mi ha risposto prontamente, chiedo perdono a chi fosse interessato per non aver aggiornato il post immediatamente.


INCI: Butyl Acetate, Ethyl Acetate, Nitrocellulose, Isopropyl Alcohol, Acetyl Tributyl Citrate, Adipic Acid/Neopentyl Glycol/Trimellitic Anhydride Copolymer*, Silica, CI 77000.
Il componente indicato con l'asterisco era riportato in maniera incompleta, ma utilizzando il numero CAS riportato credo di aver rintracciato la nominazione completa.

7 commenti:

  1. Stupendo! Con due passate è davvero spettacolare, mi piace moltissimo! e poi la boccetta è troppo carina!

    RispondiElimina
  2. la seconda foto è impressionante *_*

    RispondiElimina
  3. ciao, nevorrei uno anch'io, come lhai comprato?

    RispondiElimina
  4. @Feddy e Alice: E dal vivo è ancora più bello!

    @Make-up Pleasure: Li ho comprati da Viis.ee, ho scritto tutto alla fine della recensione e in questo post.

    RispondiElimina
  5. Difficoltoso sì, ma moooolto molto sfizioso ^^
    Sarei curisissima di provare :)

    RispondiElimina
  6. @Cipria: È bellissimo, anche se ci vuole un po' di "sfacciataggine" per uno smalto del genere. Peccato per l'applicazione e soprattutto per la scarsa durata.

    Su Viis dovrebbero tornare a metà luglio, io mi tengo pronta!

    RispondiElimina

I commenti sono sempre graditi, ma niente spam, "Ci seguiamo a vicenda?" e link non pertinenti o la furia di Chuck Norris si scatenerà contro di voi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...